Anticalcare magnetico, come funziona?

Abbiamo affrontato il famigerato problema del calcare con l’articolo che trovate qui e abbiamo anche cercato e dato risposte su come affrontare il problema delle macchie bianche sulle pentole, dentro le serpentine dei nostri elettrodomestici, nei nostri boiler e sui nostri bicchieri.
La composizione chimica del calcare ci pone di fronte a tante soluzioni per scioglierlo o non farlo posare, tra le soluzioni della nonna, abbiamo visto il succo di limone, l’aceto bianco, abbiamo visto fette di limone da strusciare sui fornelli, e tutte queste soluzioni sono inerenti alla pulizia dei nostri elettrodomestici casalinghi, per salvarli, perché come sappiamo bene, i nostri elettrodomestici non si salvano dal calcare!
Nell’articolo precedente avevamo abbozzato anche un discorso di approfondimento introducendo una soluzione naturale, semplice ma non della nonna.. una soluzione più moderna: L’anticalcare magnetico!

Calcola in 5 Semplici Passaggi

quanto puoi risparmiare installando

un sistema anticalcare

Ma che cos’è? come Funziona?
Il suo funzionamento è molto semplice ma allo stesso tempo totalmente diverso da quello che fino ad oggi abbiamo utilizzato contro il calcare, come gli addolcitori che cambiano la composizione chimica dell’acqua e gli fa perdere le proprie importanti caratteristiche.

togliere-calcare-doccia
Partiamo dal basso.
L’anticalcare magnetico fa una trasformazione del calcare e il suo funzionamento è già dentro la sua parola: magnetico.
Il suo funzionamento è semplice, un campo magnetico trasforma la calcite in Aragonite, che a differenza della calcite non lascia quell’antipatica patina bianca che tanto vogliamo contrastare, c’è un altra particolarità importantissima in questo passaggio e cioè che l’acqua non perde nessuna delle sue importanti sostanze naturali.
Il passaggio segreto e miracoloso che accade con l’anticalcare magnetico è presto svelato con la composizione chimica dei due minerali: La calcite è un cristallo di carbonato di calcio di forma romboedrica che ha altissimo potere di aggregazione e compattezza,
che quindi favorisce l’addensamento. L’aggregazione di tale minerale è quella che porta la calcite a creare le famose incrostazioni, mentre l’ aragonite essendo un cristallo di carbonato di calcio di forma aghiforme con basso potere di aggregazione e compattezza non favorisce il deposito del minerale che defluisce e non lascia gli aloni bianchi.
La forma cristallina responsabile delle incrostazioni calcaree, quindi, è la calcite.
Quindi che cos’è l’Aragonite? è solamente Carbonato di calcio con una forma a cristalli appuntiti, che non si aggancia tra se e quanto trova, ecco scoperto l’arcano.
E il magnete cosa c’entra?
Il magnete è un corpo che genera un campo magnetico, il nome deriva dal greco magnètes lithos che vuol dire pietra magnesia, che prende nome da una località dell’Asia minore con grandissimi depositi di magnetite.
Come funziona un campo magnetico non lo sappiamo e non è fondamentale, ma sappiamo cosa fa quando lo utilizziamo, perché lo abbiamo usando giocando centinaia di volte con le calamite, giocando al:
-guarda si attraggono e si oppongono a seconda del lato con cui le avviciniamo!-
e l’altra cosa che tutti abbiamo fatto è quella di calamitare, per divertimento, tutto quello che c’era da calamitare, rimanendo delusi quando non calamitava le cose non in ferro.
Il campo magnetico crea una forza, ed è proprio quella forza che trasforma il calcio in Aragonite ed è quella forza che non intacca gli altri minerali presenti, l’aragonite è un minerale innocuo, ed è anche quel minerale che si deposita solo se raggiunge i 120° C o superate le 48 ore di deposito.
L’Aragonite viene espulsa dallo scorrere dell’acqua che, indipendentemente dalla lunghezza dell’impianto, non rimane depositata, proprio perché dissolta nell’acqua.
La sua massima efficacia la otteniamo quando lo collochiamo su tubazioni in rame, plarica, AISI e multistrato, deve essere collocato in un luogo asciutto coperto dalla luce diretta del sole o da fonti di calore, genericamente in un luogo lontano da apparecchi elettronici.
La durata di questi apparecchi dipende certamente dal loro utilizzo, ma si può tranquillamente pensare che in condizioni ottimali la sua durata può arrivare anche a 20 anni!

Calcola in 5 Semplici Passaggi

quanto puoi risparmiare installando

un sistema anticalcare

Fontenova, ha creato Aragon, lo strumento che contiene tutte queste specifiche tecniche per questo processo naturale di trasformazione. Aragon necessita soltanto di una presa di corrente per collocare il nostro alimentatore che porterà la bassa tensione necessaria al dispositivo per creare quel campo magnetico che ormai abbiamo conosciuto.
E adesso che possiamo parlare di anticalcare magnetico e aggiungere la parolina che piace a tutti “naturale”, perché come abbiamo visto il processo con cui il calcare viene trasformato in aragonite è del tutto naturale, mentre quando parliamo di addolcitori la parolina “naturale” dovrebbe venire meno.
Gli addolcitori infatti, a differenza di Aragon, trasformano il calcio in sodio ma questo processo che “snaturalizza” l’acqua nonostante possa ridurre o eliminare del tutto il calcare può presentare conseguenza preoccupanti per la salute.
Molte ASL nel nostro paese ne sconsigliano vivamente l’utilizzo proprio perché vengono rilasciate ingenti quantità di sali nelle acqua delle falde e dei fiumi; e non solo, può causare problemi di circolazione, problemi alla pressione al cuore e può creare e aumentare la ritenzione idrica.
Il funzionamento di un addolcitore è semplice: l’acqua viene fatta passare dentro un contenitore che elimina il calcio e il magnesio, per rigenerare questi minerali è necessario introdurre una soluzione salina che altro non è che cloruro di sodio che non si aggrega con il magnesio (per via della propria composizione chimica) è in questo passaggio che viene eliminato il calcare che fa spazio ad un acqua con il sodio la fa da padrone.
In poche parole il magnete ha lo scopo di preservare le rubinetterie, gli elettrodomestici come la lavatrice, la lavastoviglie, il boiler, etc…e le tubazioni ma mantiene anche le caratteristiche fondamentali dell’acqua, gli addolcitori no.
E su questo non si sono discussioni.
L’istallazione di Aragon è semplice, la manutenzione anche, ci sono due modelli, alimentato e autoalimentato quindi non resta che fare un riassunto dei vantaggi:

Come togliere il calcare dai bicchieri

Mantieni l’ambiente pulito perché è un sistema completamente naturale
Non utilizza genti chimici per la trasformazione del calcare
è privo di additivi, prodotti chimici o sostanze nocive. Lascia intatti TUTTI i Sali già presenti.
Aragon è di dimensioni ridotte, ma il funzionamento è come quello delle grandi industrie
Gli elettrodomestici dureranno molto più a lungo, perchè rimangono completamente liberi da incrostazioni.
Riduce fino al 50% il consumo di detersivi e fino al 80% gli ammorbidenti.
L’idraulico te lo puoi scordare.

Migliora il funzionamento di tutti gli acquadomestici e cosa più importante:
Ti dà la tranquillità di non pensare più ai problemi causati dal calcare per almeno 10 anni
con la garanzia di 5 anni per i difetti di fabbricazione e altri 5 sull’effettiva efficacia del prodotto.

Schema funzionamento Anticalcare magentico naturale aragon

FONTENOVA AL SERVIZIO DEL CLIENTE


 

Prodotti Certificati

Soluzioni Personalizzate

Progettati su Misura

Manutenzione Programmata

Prodotti Italiani

Garanzia Impianti

Assistenza Dedicata

Analisi Acqua

Aquanova Firenze srl
Viale dei Platani 16, 50142 Firenze
CF e P.IVA 05661240480
Tel. 055.71.35.385
info@fontenova.org


Tutti i diritti riservati © 2018

SOCIAL NETWORKS


Siamo attivi sui social! Seguici

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER