Soffro di stanchezza cronica, cosa posso fare?

Soffro di stanchezza cronica, cosa posso fare?

Sensazione di stanchezza generale? Oggigiorno, il sintomo di stanchezza e fatica é sempre più diffuso e non deve essere sottovalutato.
Spesso la stanchezza si accompagna anche ad accelerazione del battito cardiaco, disturbi del sonno (insonnia, apnee notturne, ecc.), dolori muscolari, ulcera dello stomaco, diarrea, crampi allo stomaco, colite, malfunzionamento della tiroide, sensazione di noia nei confronti di ogni situazione, frequente bisogno di urinare, cambio della voce, iperattività, confusione mentale, irritabilità, abbassamento delle difese immunitarie.
Le cause che portano alla diminuzione della forza e alla stanchezza possono essere numerose, e possono derivare da molte cause fisiche connesse a malattie (anemia, infezioni croniche, mononucleosi e tante altre) da cause alimentari, da carenze vitaminiche o minerali, da alterazioni della glicemia e della regolazione insulinica, dall’uso di farmaci, da cause psichiche.
Quando la stanchezza diventa uno stato normale  inizia ad essere cronica e debilitante. Le motivazione possono essere molteplici e si consiglia, pertanto, di  approfondire il problema sottoponendosi ad un check-up per  scoprire le vere cause e trovare la corretta terapia tenendo conto di tutti gli aspetti fisici, psichici, spirituali, emotivi e le abitudini radicate nello stile di vita della persona.
Una volta scoperto la vera causa, esistono davvero numerosi rimedi naturali e molte indicazioni alimentari o comportamentali che possono migliorare nettamente il quadro della stanchezza. L’ acqua alcalina ionizzata é un rimedio essenziale nella cura di questa sintomatologia, qui seguito illustriamo il suo ruolo più approfonditamente.
Per prima cosa analizziamo uno dei maggiori motivi che scatenano tale sintomo. Come molti di noi é a conoscenza, uno degli  organi  emuntori che può arrecare tali sintomi é il fegato che ha la nomea di essere l’organo principale che incide  sull’umore della persona.
Indispensabile la funzionalità del fegato: quando diminuisce la sua capacità detossificante ne risente tutto l’organismo e potrebbe verificarsi un peggioramento dei sintomi con spossatezza e stanchezza diffuse.
Il fegato svolge circa trecento funzioni. Principalmente, elimina le tossine acide , gli scarti metabolici, presenti nel sangue, produce parecchi enzimi alcalini per l’organismo ed la prima linea di difesa contro qualsiasi sostanza tossica. Inoltre tutte le sostanze nutritive provenienti dal tratto gastrointestinale vengono veicolate dal fegato per giungere al sangue. Il lavoro del fegato viene sovraccaricato quando vi é una costante circolazione di prodotti acidi di scarto nel sangue. Di conseguenza congestionare questo organo in modo eccessivo con rifiuti acidi proteici porta  a malattia e  morte prematura. D’altro canto, fortunatamente, il fegato é un’organo che si può rigenerare quindi depurandolo, in quanto “fiume della vita”, seguendo i principi alcalinizzanti possiamo regredire e guarire da questa patologia.
La disintossicazione é tra i metodi di cura moderni spesso trascurata, trattata con insufficienza. Gli acidi tossici sono prodotti generalmente dal metabolismo cellulare e noi assimiliamo quantità di queste sostanze anche dall’aria che respiriamo, dal cibo che mangiamo e dall’acqua che beviamo. Infatti, consumare acqua alcalina ionizzata è un importante rimedio per la cura di tutte le malattie in genere.
Quando queste tossine vengono eliminate dall’organismo, non arrecano problemi mentre quando quest’ultime vengono assimilate e prodotte più velocemente di quanto vengano espulse, o quando uno o più degli organi emuntori ha una funzionalità ridotta, ecco che insorge la patologia. Bere molto e soprattutto acqua alcalina ionizzata é una tra le prime e fondamentali abitudini da adottare.
Da che si è capito che le intolleranze alimentari possono alterare il metabolismo su diversi fronti, è palese che a causa  di quest’ultime può entrare in gioco l’insorgenza e nella cronicità della stanchezza.
Infatti oggi sappiamo che un intollerante alimentare che continua a mangiare sistematicamente i cibi verso cui ha intolleranza, riduce la sensibilità insulinica, e quindi disturba la utilizzazione dell’energia. Inoltre se presente una intolleranza alimentare o una allergia alimentare otteniamo un rallentamento dell’assorbimento intestinale (colite) di alcuni importanti minerali, contribuendo al sintomo di stanchezza. La stanchezza è un disturbo che va approcciato in modo globale, considerando soprattutto l’aspetto psicosomatico.
Pertanto, l’alimentazione può dare un forte contributo.  E’ importante effettuare una scelta accurata  degli alimenti da consumare prediligendo quelli che abbiano il massimo potere nutrizionale e che siano quindi vivi, freschi e biologici. Dovranno essere esclusi quindi tutti i cibi confezionati, quelli ricchi di zucchero raffinato o dolcificanti sintetici, e cibo di serra per escludere la presenza di additivi alimentari, solventi e pesticidi che potrebbero peggiorare la capacità di detossificazione dell’organismo. Consumare integratori alimentari di alta qualità con caratteristiche Bio. Introdurre nell’alimentazione il consumo di acqua alcalina ionizzata, almeno 1 litro e mezzo al giorno da consumare lontano dai pasti.
L’alimentazione dovrà essere quanto più possibile vicina alla dieta mediterranea, ricca di cereali integrali, legumi, pesce di piccola taglia, semi oleosi, olio extravergine di oliva, verdura e frutta di stagione di produzione biologica. Un’alimentazione con cibi ricchi di magnesio contribuisce a migliorare i sintomi della stanchezza: piselli, verdure verdi, mandorle, arachidi e cacao. Oltre ad un’ acqua alcalina ionizzata.
Un’altro aspetto importante é avere una buona flora batterica intestinale: in caso di disbiosi infatti (alterazione della flora batterica intestinale) si ha un’aumentata permeabilità intestinale in cui c’è un anomalo passaggio di tossine nel resto dell’organismo. Anche questo fenomeno può essere causato da errata  alimentazione e intolleranze alimentari e riequilibrando l’ambiente intestinale si hanno miglioramenti anche a carico del sistema nervoso e di quello immunitario.
Esistono in commercio  delle tisane naturali energizzanti che servono a ricaricare le energie in un periodo di spossatezza, stanchezza e astenia. Ovviamente posso aiutare ma  l’aspetto importante è curare e cambiare alimentazione orientandosi verso scelte più naturali (Bio), bere molto acqua ma acqua alcalina ionizzata.
L’acqua alcalina ionizzata  è l’unico elemento  realmente in grado di riequilibrare il pH acido-basico (alcalino) del nostro organismo, eliminando così le sostanze di scarto acide presenti nel corpo.
Dove procurarla? Attualmente in commercio vi sono sistemi all’avanguardia capaci di erogare un’acqua alcalina ionizzata pura. “Fontenova”, azienda leader in Italia, è produttore di tali sistemi.

FONTENOVA AL SERVIZIO DEL CLIENTE


 

Prodotti Certificati

Soluzioni Personalizzate

Progettati su Misura

Manutenzione Programmata

Prodotti Italiani

Garanzia Impianti

Assistenza Dedicata

Analisi Acqua

Aquanova Firenze srl
Viale dei Platani 16, 50142 Firenze
CF e P.IVA 05661240480
Tel. 055.71.35.385
info@fontenova.org


Tutti i diritti riservati © 2018

SOCIAL NETWORKS


Siamo attivi sui social! Seguici

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER